Alessandra Meterangelis 20 min. 50 min.

Non so se è così solo per me ma la torta di mele è casa.
E’ un viaggio all’indietro nel tempo. E’ tornare piccoli. E’ quel profumo che ti entra dentro che non scrolli più di dosso perchè porta con se talmente tante cose che oramai ti appartiene. Per me il cibo è memoria, è una cosa che dico spesso e più cresco e più mi convinco che si cucina, a volte, solo per ricordare. Probabilmente nella mia famiglia è sempre stato questo il cibo: memoria.

 

INGREDIENTI:
PER LA PASTA BRISEE:
125gr gr di burro freddo
250 gr di farina 0 Molino Petrucci
acqua fredda qb
1 pizzico di sale

PER IL RIPIENO:
4 mele
cannella
buccia grattugiata di un limone
Succo di mezzo limone
120 gr di zucchero di cannahero
1 cucchiaio di farina

PER SPENNELLARE:
un tuorlo

 

Cominciate sbuciando e tagliando a fettine le mele. Mettetele in una ciotola e aggiungete la cannella, la buccia ed il succo del limone, lo zucchero e la farina e mescolate bene.
Lasciate le mele ad insaporirsi e preparate la pasta brisee. In una ciotola unite la farina ed il burro e cominciate ad impastare, aggiungete poi poco alla volta l’acqua fino a che non si forma un panetto morbido e liscio. Dividete il panetto a metà e stendete molto sottilmente due dischi. Uno sarà la base e l’altro la copertura. Sistemate un disco di pasta brisee su una teglia rivestita di carta forno e farcite con il ripieno alle mele sistemandole di più verso il centro per creare il tipico picco. Chiudete quindi con l’altro disco e rimboccate bene i bordi per andare a creare la classica merlettatura e con un coltello bene affilato andate a praticare dei taglia in prossimità del centro della torta.
Spennellate la superficie con un tuorlo ed infornate a 180° per circa 45/50 minuti.
Da gustare tiepida.