Alessandra Meterangelis 20 min. 10 min.

Seconda dolce ricettina di Carnevale. Il periodo è quello quindi quando se non ora?
Allora comincio dicendo che le castagnole le adoro! Una tira l’altra, sono quel dolce delle feste che mangerei tutto l’anno. Però poi forse cambierebbero le cose sapete, perchè secondo me l’attesa del Carnevale o di altre festività in genere rende tutto un pò più buono. Il fatto di mangiare piatti tipici solo durante determinate occasioni li rende più speciali. E fa valere la lunga attesa.

INGREDIENTI:
250 gr di farina
45 gr di burro
50 gr di zucchero
1 uovo intero più 1 tuorlo
1 limone grattuggiato
1 cucchiaio di rum o sambuca
20 grammi di latte
mezza bustina di lievito
1 pizzico di sale
Olio di semi di arachide

Prendete una ciotola e cominciate a lavorare le uova, lo zucchero, il burro ammorbidito ed il latte. Unite piano piano la farina sempre continuando a mescolare per evitare la formazione di grumi. Aggiungete poi il liquore, il lievito, la buccia grattugiata del limone ed il pizzico di sale. Lavorate il tutto fino ad ottenere un panetto.
Lasciate riposare l’impasto per qualche minuto quindi nel frattempo mettete sul fuoco una pentola con l’olio per friggere. Riprendete il panetto e formate dei cordoncini di pasta dello spessore di un paio di centimetri, tagliateli a pezzetti grandi come delle grosse nocciole e formate con i palmi delle mani delle palline. Colate le castagnole nell’olio bollente e giratele per farle dorare in modo omogeneo. Scolatele sopra a della carta paglia e poi ponetele su di un vassoio. Potete ora scegliere se cospargerle di zucchero a velo o di zucchero semolato. Io preferisco quello semolato perchè mi dà quel tocco di croccantezza in più ma fate come meglio preferite.

Ora abbuffatevi di castagnole e gotetevi il carnevale. Perchè anche se si cresce e non si è più come quando si è bimbi e quindi ci si appassiona un pò meno alle maschere, agli scherzi…non si è MAI troppo grandi per i dolcetti di carnevale!

IMG_7912!!!