Alessandra Meterangelis 35 min. 15 min.

Se non ora quando!
Le nettarine più dolci e succose si trovano proprio ora. Come non approfittarne per fare una bella crostata..preparate gli ingredienti!

INGREDIENTI

PER LA FROLLA:
2 uova
120 gr di burro
120 zucchero
400 gr di farina
scorza grattugiata di un limone

PER LA CREMA PASTICCERA:
2 tuorli
4 cucchiai di zucchero
4 cucchiai di farina
400 ml di latte
scorza di un limone

4/5 nettarine

Il procedimento è lo stesso della crostata alla fragole e kiwi. Ve lo riporto qui di seguito.

Preparate la frolla in una terrina aggiungendo la farina, il burro freddo, lo zucchero e la scorza grattugiata del limone . Cominciate ad amalgamare gli ingredienti ed aggiungete poi le 2 uova. Continuate ad impastare finchè la frolla diventa un panetto bello morbido. Mettetelo a riposare in frigo per almeno una mezz’ora.
Nel frattempo preparate la crema. Io la preparo così. Prendo un pentolino e vi verso i 2 tuorli e i 4 cucchiai di zucchero. Con un mestolo di legno comincio a girare energicamente. Aggiungo poi i 4 cucchiai di farina. Li faccio assorbire finchè vedrete che l’impasto si comincia ad indurire un pochino. A questo punto prendo il latte ne verso un paio di dita e continuo a girare. Quando vedete che l’impasto si è sciolto nel latte aggiungete tutto il resto del liquido. Tagliate la buccia di un limone a spirale senza toccare la parte bianca che è un pò amara e mettetela nel pentolino con la crema.
Accendete il fuoco a fiamma bassa e girate sempre fino al bollore. Spegnete e fate raffreddare coperta da un pò di pellicola cosi chè non faccia la crosticina sopra.
Riprendete la frolla che a questo punto si sarà bella che raffreddata quel che basta per stenderla senza problemi nella teglia che più preferite. Cuocete la base di frolla coperta da legumi secchi in forno a 180° per circa 10 minuti. Una volta raffreddata ricopritela con uno strato di crema pasticcera. Tagliate le nettarine a fettine sottili e adagiatele sulla crostata come più preferite. Mettetela in frigo fino al momento di servirla.